Edizione 2015

english

 

La prima edizione del progetto CROSS ha come promotore capofila LIS LAB Performing Arts, diretta da Antonella Cirigliano, come partner di progetto Teatro sull’Acqua di Arona (NO) mentre la curatela è affidata a Tommaso Sacchi. Partner aggregati sono la Fondazione Piemonte dal Vivo di Torino per LIS e le Associazioni Finis Terrae e Vedogiovane di Arona per Teatro sull’Acqua.
CROSS in questa sua prima edizione trova casa a Verbania, che ha offerto per il suo svolgimento la splendida cornice di Villa Giulia e Villa San Remigio.
Il primo premio è stato assegnato il 4 luglio a Villa Giulia (Verbania) al progetto Condition of an Ideal di Alexis Blake, alla quale viene riconosciuto un premio di 4.000 euro a sostegno della produzione artistica.
Manuel Agnelli, Yuri Ancarani, Caterina Riva e Tommaso Sacchi, i giurati che sabato 4 luglio hanno osservato e valutato le performance dei tre progetti finalisti in residenza hanno così commentato la propria decisione:
“Il progetto “Conditions of an ideal” di Alexis Blake viene premiato per la capacità dimostrata nel trattare il tema della plasticità, della tensione e del movimento partendo da un testo teorico ed una sua lettura in chiave contemporanea, dando un carattere di unicità e forma al lavoro in relazione al luogo e al contesto scelto anche attraverso l’utilizzo di mezzi semiotici così efficaci.”

I 3 progetti selezionati che hanno partecipato alla fase di residenza dal 28 giugno al 4 luglio 2015 all’interno del Festival Villaggio d’Artsita a Verbania sono:

  • Choreographing Rappers – Jacopo Jenna (IT)
  • Plica ex Plica – Dehors/Audela (IT)
  • Conditions of an Ideal – Alexis Blake (NL)

Alexis Blake, Dehors/Audela e Jacopo Jenna hanno presentato i loro progetti anche al pubblico milanese, domenica 5 luglio 2015 sul palco del Teatro Franco Parenti di Milano.

La giuria del premio CROSS 2015 è composta da un gruppo di esperti (critici, artisti, curatori) e dalla giuria territoriale.

La giuria territoriale è composta da un gruppo di appassionati del mondo dell’arte e della cultura e che risiedono nei territori del Lago Maggiore.

GIURIA ESPERTI edizione 2015

Lea Vergine (presidente di giuria) curatrice e critica d'arte, autrice.

Studiosa dei nuovi linguaggi visivi, é stata uno dei primi critici a occuparsi di Body Art. Notissimo il suo volume Il corpo come linguaggio (1974) libro che ha creato uno scandalo simile a quello delle opere che analizzava. Ha posto in rilievo (in L’altra metà dell’avanguardia 1910-1940. Pittrici e scultrici nei movimenti delle avanguardie storiche, 1980) la funzione delle donne nei fenomeni artistici della prima metà del 20° secolo, apportando un contributo fondamentale sia nell’approccio critico sia nella rivalutazione dell’opera artistica femminile.

Tra le sue numerose pubblicazioni si segnalano:
Attraverso l’Arte /Pratica Politica (1976); L’arte ritrovata (1982); L’arte in gioco (1988); Gli ultimi eccentrici (1990); L’arte in trincea. Lessico delle tendenze artistiche 1969-1990 (1996); Art on cutting edge (2000); Ininterrotti transiti (2001); Quando i rifiuti diventano arte. Trash rubbish mongo (2006); Parole sull’arte 1965-2007 (2008); La vita, forse l’arte (2014).

Collabora sin dal 1973 con diversi quotidiani tra i quali Il Manifesto e Il Corriere della Sera. Ha organizzato numerose mostre tra le quali: “L’altra metà dell’Avanguardia” (Milano, Roma, Stoccolma, 1980-1981), “L’ultima Avanguardia” (Milano, 1983-1984), “Geometrie dionisiache” (Milano, 1988). Nel 1990 è stata commissario per la Biennale d’ Arte di Venezia. Nel 1991 ha curato il convegno “Arte: utopia o regressione?” a San Marino. Nel 1996 ha organizzato alla Galleria d’Arte Moderna di Torino il convegno “La scena del rischio”.

Nel 2013 l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano le conferisce la Laurea Honoris Causa in Comunicazione e Didattica dell’Arte.

Manuel Agnelli, musicista, scrittore e produttore discografico italiano, fondatore e frontman del progetto Afterhours.

Nel 1986 da vita insieme ad altri musicisti  agli Afterhours di cui è voce e chitarra. Con il gruppo pubblica dal 1987 ad oggi 11 album e diversi EP. Negli anni Manuel Agnelli si è esibito sui principali palchi italiani e stranieri fino ad arrivare a suonare al South West Festival ad Austin (USA). Con gli Afterhours ha Vinto numerosi premi tra cui il riconoscimento per il miglior testo italiano agli Italian Music Awards e il premio della critica Mia Martini al Festival di San Remo.

Contemporaneamente all’attività di musicista si è dedicato e si dedica alla produzione di numerosi artisti fra i quali Cristina Donà, Pitch, Scisma, Verdena, Marco Parente e altri giovani musicisti. Vince nel 2001 agli Italian Music Award il premio come miglior produttore italiano.
Ha collaborato inoltre con numerosi cantanti e musicisti tra i quali Mina, Greg Dulli ed Eugenio Finardi.
Sempre nel 2001 è ideatore e organizzatore del Tora!Tora!Festival, evento che si terrà fino al 2005 e che ottiene alla sua prima edizione il riconoscimento come “evento live dell’anno” al meeting delle etichette indipendenti di Faenza.

Nel 2013 da vita con gli Afterhours un nuovo progetto chiamato Hai Paura del Buio?: un festival culturale itinerante al cui prendono parte altri musicisti (Marta su Tubi, Il Teatro degli Orrori, Daniele Silvestri) e attori di cinema e teatro (Antonio Rezza, Flavia Mastrella) e videoartisti, pittori, disegnatori e ballerini.

E’ tra i promotori di #Piùmusicalive, iniziativa che vede artisti e intellettuali impegnati per ottenere regole più semplici per aiutare i giovani artisti e gli organizzatori di eventi live.

Yuri Ancarani, artista visivo, regista e docente di Videoarte.

Yuri Ancarani è un artista video e film maker italiano. Le sue opere provengono dalla commistione continua di cinema documentario e di arte contemporanea, e sono il risultato di una ricerca volta a esplorare le regioni che non sono visibili nella vita quotidiana, le realtà in cui l’artista scava in prima persona.
I suoi lavori sono stati presentati a numerose mostre e musei nazionali ed internazionali, tra cui: 55° Biennale di Venezia, Museo MAXXI (Roma), Museo Marino Marini (Firenze), R. Solomon Guggenheim Museum (New York); Prague Biennal 5 (Praga); XIV Biennale Internazionale di Scultura (Carrara); 14 Media Art Biennale Wro (Polonia); Galleria ZERO (Milano); N.O. Gallery (Milano); GC.AC. Monfalcone (Monfalcone, Gorizia); Fair: Berlin (Berlino); T.I.C.A. (Tirana); La Friche Marseille (Francia); Videoart Yearbook 09.

E in diversi festival cinematografici: 67 ° e 68 ° Mostra del Cinema di Venezia (Venezia, Italia), IFFR International Film Festival Rotterdam (Rotterdam, Paesi Bassi), 23 ° IDFA International Documentary Film Festival (Amsterdam, Olanda), Hot Docs, Canadian International Documentary Festival (Toronto, Canada), Cinéma du Réel (Centre Pompidou, Parigi, Francia), SXSW- South by Southwest (Houston, Texas), Full Frame Documentary Festival (Dhuram, USA), 4 ° Ann Arbor Film Festival (Michigan, USA), True/False Film Festival (Columbia, Missouri).

Ha vinto numerosi premi: Talent Prize 2012, nomination per “Nonfiction caratteristica Filmmaking”, Cinema Eye Honors (Museum of Moving Image, New York, Stati Uniti d’America); “Grand Prix in Lab Competition”, Clermont-Ferrand Film Festival (Clermont-Ferrand, Francia); “Menzione d’onore”, Dokufest (Prizren, Kosovo); “Miglior documentario”, New Horizon I.F.F. (Wroclaw, Polonia); “Miglior Corto”,
L ‘alternativa- Barcelona Independent Film Festival (Barcelona, Spagna), tra questi.

Caterina Riva, è curatrice e critica d'arte.

Nel 2007, durante lo svolgimento del Master Curating al Goldsmiths College, ha fondato a Londra lo spazio di progetto FormContent dove ha co-curato una ricca serie di mostre, performance e pubblicazioni, sino al 2011.
Dal 2011 al 2014 e’ stata direttrice e curatrice di Artspace NZ ad Auckland in Nuova Zelanda dove ha vissuto per tre anni sviluppando il potenziale pubblico ed educativo dello spazio espositivo.
Risiede a Roma dove e’ consulente all’Istituto Svizzero.
Dal 2004 al 2008 e’ stata coordinatrice del Corso Superiore di Arti Visive della Fondazione Ratti di Como.
Ha scritto per riviste di arte e di cultura internazionali e pubblicato saggi per diversi artisti.
E’ stata giurata e giudice di diversi premi in Nuova Zelanda.

Tommaso Sacchi, curatore e docente.

Nato a Milano nel 1983. Vive e lavora a Firenze. Curatore, organizzatore culturale e consulente nel campo della creatività e della produzione artistica.

È docente di Elementi di Comunicazione e Giornalismo per i corsi di laurea in Arti Visive e Fashion Design presso l’Accademia di Belle Arti A. Galli di Como e di Exhibition Planning and Management per il Master internazionale in Arts Management dell’Istituto Europeo di Design di Firenze. E’ responsabile della Segreteria Cultura del Comune di Firenze.

E’ invitato -come fondatore e membro del gruppo ‘The Tomorrow’- alla 56° Esposizione internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, diretta da Okwui Enwezor. E’ stato curatore del programma dell’Estate Fiorentina 2014.

È  stato coordinatore della campagna nazionale #piumusicalive per l’agevolazione delle procedure per la produzione di performing arts in contesti di medio-piccola dimensione.

Ha co-curato, insieme al gruppo The Tomorrow, nell’anno 2014, un progetto artistico e una serie di incontri pubblici per la  8° Biennale di Berlino e per la 14° Biennale di Architettura di Venezia.
È stato invitato per l’estate 2014 come curatore in residenza presso la Friche la Belle de Mai di Marsiglia

È stato consulente per le arti dello spettacolo e ha diretto l’ufficio progettuale dell’Assessorato Cultura, Moda e Design del Comune di Milano (AA. 2011-2013). E’ stato invitato come guest lecturer presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, alla Domus Academy di Milano, la N.A.B.A. e all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Ha diretto diverse rassegne ospitate presso alcuni tra i principali teatri milanesi, tra i quali l’Auditorium di Milano e il Teatro dal Verme. E’ cultural contributor del mensile VITA.

GIURIA TERRITORIALE edizione 2015

Adriana Sacchi (Milano) | Andrea Ruschetti (Omegna) | Anna Maria Melone (Milano) | Barbara Vitolo (Ghevio di Meina) | Barbara Dapas (Meina)| Chiara Vendettuoli (Invorio) | Elena Andreola (Invorio) | Elena Mastretta (Meina) | Elena Mogavero (Verbania) | Elisa Pavan (Verbania) | Elodia Kouadio Williams (Verbania) | Fabrizio Favino (Nebbiuno) | Federico Aronne Merlo (Gravellona Toce) | Maria Pia Zocchi (Verbania) | Miriam Romeo (Arona) | Paolo Pinzone (Verbania) | Sabrina Crescini (Verbania) | Samantha Crescini (Verbania) | Valentina Locci (Verbania)

sponsor